San Marino: in un ‘era in cui il mondo e la radio si muove verso il digitale, nella Repubblica Sanmarinese viene inaugurato il nuovo Centro Ricerche radiofonia, unico in Italia, ma anche uno dei pochissimi nel mondo.

Il 30 gennaio 2021 nasce Usmaradio – Centro di Ricerca Interdipartimentale per la Radiofonia (CRIR) dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino. Sulla base dell’esperienza della Scuola di Radiofonia (dal 2014) e dell’emittente Usmaradio (dal 2017) nasce ora a San Marino un centro di ricerca interamente dedicato alla radio in tutti isuoi aspetti.

Fortemente voluto dal rettore di Unirsm, Corrado Petrocelli, vede un comitato scientifico internazionale affiancato da un sorprendente Advisory board: tra gli altri, Laurie Anderson (vedova di Lou Reed), il critico Achille Bonito Oliva, il regista teatrale Romeo Castellucci, l’attore Willem Dafoe, l’architetto Daniel Libeskind, solo per citarne alcuni.

CorriereRomagna – Paci Dalò presenta il Centro ricerche radiofonia di San Marino

San Marino la radio si muove verso il digitale: una radiofonia innovativa

Ad avere lanciato – il 30 Gennaio 2021- il nuovo Centro di ricerche per la radiofonia è Roberto Paci Dalò, artista e già docente multimediale dell’Università di San Marino. La Scuola di radiofonia è invece nata nel 2014, mentre tre anni dopo è nata l’emittente radio Usmaradio, che dal 2021 è il Centro di Ricerca Interdipartimentale per la Radiofonia (CRIR). La stazione radiofonica – è stata fondata e diretta da Roberto Paci Dalò, con la collaborazione di Alessandro Renzi insieme a studenti e docenti – all’interno degli spazi dell’Antico Monastero Santa Chiara.

Il centro è una scuola libera, dove tutti possono partecipare e ideata per persone di ogni disciplina in cui arte, scienza e natura si intrecciano nella pratica quotidiana L’idea è stata sviluppata dal desiderio di Paci Dalò di rilanciare concerti interattivi in tutto il mondo, per rilanciare arte, cultura e spettacolo.

Cosa è quindi Usmaradio? E’ un nuovo luogo per sviluppare una pratica radiofonica innovativa con tre aree di lavoro: Radio, Scuola di Radiofonia e Centro di Ricerca. Il progetto inoltre si basa sulla relazione tra teoria e pratica fatta di: podcasting, live radio, radio art, sound art, soundscape, tecnologie della trasmissione, radio come luogo di performance, rapporto tra immagine e suono, media design, studi di musica elettronica nelle radio, arte contemporanea, giornalismo radiofonico, community radio.