Il mondo dell’arte è sempre stato al passo con i cambiamenti ma ora più che mai il digitale nell’età contemporanea fa si che delle opere si possa esplorare ogni dettaglio.

Succede a Dubai, nella nuova e spettacolare galleria dedicata al digitale: Infinity des Lumières. Nel centro dei Dubai Mall, è stata inaugurata nel Marzo scorso, grazie alla partnership tra InfinityArt e Culturespaces Digital.

In fatto di opere d’arte digitali la nuova galleria, che si pone come spazio culturale, si pone già come la migliore esperienza digitale immersiva. Il progetto di Infinity des Lumières, infatti, si fonda sul desiderio di rendere l’arte accessibile e stimolante per tutti, trasformando il modo tradizionale di vederla, percepirla e comprenderla.

Quello che è cambiato nel tempo, si dice, sia la sua trasmissibilità e soprattutto la sua riproducibilità. Se da una parte queste due elementi amplificano il suo valore al tempo stesso oggi c’è un capovolgimento di rapporti tra l’opera, il suo autore e il fruitore.

Daniele Guidi San Marino – Arte digitale: artisti che guardano all’innovazione tecnologica

Arte digitale contemporanea: le opere digitali della galleria Infinity des Lumières a Dubai

Nella nuova galleria “digitale”, l’arte del 21° secolo, viene armonizzata con nuovi stili di comunicazione, modi di elaborare le informazioni e tendenze educative. L’innovazione rimane il paradigma culturale.

Nel nuovo spazio dedicato al digitale, che conta ben 2.700 metri quadrati, l’arte vine riportata in vita tramite 130 proiettori, 58 altoparlanti, con più di 3.000 immagini e animazioni in HD.

Fonte: Infinity des Lumières Dubai

L’esperienza interattiva comprende tre mostre uniche, che si svolgono simultaneamente. Le mostre guidano i visitatori attraverso diversi mondi immaginari, dove vengono riportati al centro dell’opera per sentirne ogni pennellata.

Le mostre Van Gogh, Dreamed Japan e Verse, si svolgono simultaneamente nel nuovo spazio, dove le immagini prendono vita come una meravigliosa sinfonia animata di luce, colore, suono, movimento e ritmo.

Catherine Oriol, direttrice di Infinity des Lumières, ha spiegato: “Siamo entusiasti di lavorare in collaborazione con Culturespaces Digital per creare la nostra piattaforma tecnologica, coinvolgente e trasformativa. I visitatori avranno infinite possibilità di essere al centro dell’arte, completamente immersi e connessi ad essa. Le mostre stimolanti parlano universalmente a pubblici diversi, di tutte le età e background culturali”.