Guido Guidi “Cose da nulla” (Worthless Thing) è il documentario realizzato da Daniele Pezzi e Agostino Cordelli che il 10 Dicembre 2020 è stato offerto in visione streaming online. Il documentario è stato trasmesso gratuitamente online il 10 dicembre alle 20 e la visione è stata promossa dall’editore londinese Mack.

Il film racconta i decenni di carriera del fotografo romagnolo Guido Guidi, nato a Cesena nel 1941 e il suo intimo approcio alla fotografia e il suo legame con la casa di Ronta dove tutt’oggi vive e lavora. La sua “Casa-Studio”.

GUIDO GUIDI – COSE DA NULLA TRAILER

Guido Guidi: “Volevo una macchina fotografica, avevo 15 anni…”

Il film su Guido Guidi, il documentario Cose da Nulla, racconta la storia del pionere della fotografia italiana del paesaggio, influenzato dal Realisimo e dall’Arte Concettuale.

Chiamato prima a partecipare a progetti di ricerca sulla trasformazione della città e del territorio il fotografo arriva a documentare la nuova urbanizzazione che si sviluppa dopo la caduta del Muro di Berlino.

Un luogo non è mai definito, non è mai fermo, non è mai immutato nel tempo. Anche tu cambi e quindi puoi vedere cose che pria non avevi mai visto. Anche nello stesso luogo.

Guido Guidi

Poi ci sono gli scatti intimi e silenzioni fatti a sua figlia Anna. Ritratti scanditi dallo scorrere del tempo ed inediti per la loro ovvia natura privata: differenti dalla limitazione spazio-tempo dalle sue indagini sul paesaggio e l’architettura.

Fare una fotografia è una sorta di rendez-vous. Giri l’angolo e trovi un amico che non ti aspettavi di vedere.

Daniele Pezzi e Agostino Cordelli dedicano a Guido Guidi le proprie riprese per far emergere una storia di scoperta lunga più di mezzo secolo che come sfondo ha la casa dell’autore e a Palazzo Magnani di Reggio Emilia, durante la mostra Walker EvansAnonymous.

Leggi anche: L’arte contemporanea nell’era digitale e il rapporto tra artisti e tecnologia, Daniele Guidi.