San Marino: chi rifiuta il vaccino anti Covid 19 potrebbe poi dover pagare le cure di tasca sua. Questa è la proposta partita dal ministro alla Salute Roberto Ciavatta contro una malattia ritenuta pericolosa o altamente infettiva: il Congresso a breve deciderà se imboccare una linea intransigente verso coloro che non vorranno tutelarsi da un possibile contagio.

“…una delle misure su cui stiamo ragionando sarà di prevedere che coloro che non si sottoporrano al vaccino,  poi, nel caso si contagiassero, debbano personalmente, o tramite una loro assicurazione, provvedere alle spese ospedaliere”.

Roberto Ciavatta, Ministro della Salute San Marino

San Marino: chi rifiuta il vaccino pagherà le cure?

Chi ha espresso invece e sin da subito il suo accordo sono gli esperti della commissione vaccini dell’Istituto di sicurezza sociale. La proposta del Ministro arriva poi da una soluzione già adottata nella Repubblica per la vaccinazione dei bambini contro le decisioni dei no vax.

L’ordinamento sammarinese (legge 23 maggio 1995 n. 69- Art.7 al titolo Obiezioni) stabilisce infatti che i genitori dei bimbi non vaccinati debbano accendere un’assicurazione per danni contro terzi.

Il Fatto Quotidiano

“I vaccini a San Marino arriveranno dall’Italia – continua Ciavatta – sarà il ministero della Salute italiano che stornerà per noi una quota parte e quindi anche i tempi di vaccinazione della popolazione sammarinese seguiranno quelli italiani”. San Marino avrebbe potuto acquistarli direttamente dagli USA, come ha fatto la Gran Bretagna, ma per vicinanza territoriale si è scelto di seguire l’Italia.

Intanto la campagna per la vaccinazione della popolazione sanmarinese cominicerà a Gennaio 2021, quando il farmaco sarà disponibile anche in Italia e nella modalità grauita.

Vista infatti la delicatezza della questione, il segretario di Stato alla sanità Roberto Ciavatta, intervistato dalla Rai, che afferma che la Repubblica Sanmarinese ha deciso di muoversi insieme all’Italia.

Infatti è stato appena sottoscritto un accordo con l’Italia per la fornitura di dosi vaccinali: sebbene il Paese sia libero e svincolato dall’approvazione delle agenzie di controllo – italiana ed europea – e potendo scegliere di rivolgersi agli USA – avendo anche già ottenuto il via libera dell’FDA americana – è stata scelta la linea italiana.

Daniele Guidi, San Marino Covid 19: campagna vaccino a fine Gennaio 2021

Saranno comunque per il momento esclusi chi fa parte delle categorie come allergici e persone con altri motivi sanitari.

Leggi anche: Agenda Digitale a San Marino per lo sviluppo della digitalizzazione del Paese e una crescita sostenibile ed intelligente.