Arte contemporanea e tecnologia digitale: un connubio possibile? L’arte contemporanea è sempre attenta agli sviluppi tecnologici così come l’arte in genere riesce ad anticipare il futuro prima di ogni altro.

L’arte che indaga il futuro

Oggi nella realtà contemporanea, dove la maggior parte delle nostre interazioni con l’arte passano attraverso un dispositivo tecnologico, la Realtà Virtuale e la Realtà aumentata – i nuovi campi dove gli artisti stanno sfidando i nuovi modi contemporeanei – cambieranno presto il modo in cui interagiremo con spazi, persone e oggetti. Gli artisti di oggi sono chiamati a parlare alle tre dimensioni coinvolgendo sempre di più il pubblico ma anche nelll’anticiparne emozioni, paure e desideri.

Oggi i nuovi media diventano un nuovo strumento essenziale: da una parte diventano un strumento volto ad intensificare la relazione tra i collezionisti e il pubblico dall’altra, affiancandosi alla virtualità: l’arte diventa opera aperta e viene affidata al suo diretto fruitore. Il pubblico.

La multimedialità è la caratteristica che accomuna le opere d’arte facenti uso di tecnologie contemporanee come la video arte, uno dei settori più significativi delle arti visive.

Arte contemporanea Digitale: l’artista profeta

L’artista, infatti, in quanto tale, è da considerarsi spesso anche come profeta che, indagando il futuro carica la sua opera, o messaggio, di una speciale potenza anticipatoria. Con la sua sensibilità è in grado di vedere ciò che noi non riusciamo: incredibile è la sua capacità di captare il mondo di oggi e trasformarla nel linguaggio contemporeaneo.

La vera domanda da porsi in questo caso è quale artista tra i tanti possiede una vera carica profetica e soprattutto quando un’opera è pionieristica rispetto a quelle che la seguiranno?

A queste domande provano a rispondere Ludovico Pratesi, ciritico d’arte, e Marco Bassan, artista e curatore.

L’arte del futuro

L’intensificarsi del connubio arte e tecnologia porta anche a nuove sperimentazioni, ma porta anche a qualcosa di magico: l’arte espressiva di una nuova commutazione materica tipica dell’alchimia.