Economia Europa – Il 16 Aprile le Borse chiudono in rialzo ma gli occhi degli investitori sono puntati sugli USA: Repubblica riporta le nuove richieste settimanali di sussidi che si sono attestate a 5,24 milioni dopo i 6,61 milioni della settimana precedente.

Sempre Repubblica avvisa che sul fronte commodities si registra invece l’allarme lanciato dall’Opec: si attende un crollo – senza precedenti – della domanda di petrolio.

Economia-europa

E’ chiaro comuqnue che all’Europa serve però un “Piano Marshall”. E mentre si attende la riunione del Parlamento Europeo del 23 Aprile 2020 per discutere gli strumenti anti-coronavirus, dal Mes agli Eurobond, Ursula von der Leyen, davanti al Parlamento europeo rimprovera i Paesi dell’Ue: “è vero che molti erano assenti quando l’Italia ha avutobisogno di aiuto all’inizio di questa pandemia”.

Quale sarà quindi l’impatto del CoronaVirus sull’economia europea?

Su IlFattoQuotidiano.it un interssante articolo circa una delle trattative più importanti della nostra storia.

Coronavirus, Von der Leyen: “Chiediamo scusa all’Italia, non eravamo pronti. Ma ora l’Europa c’è”

Economia Europa ed emergenza Covid19: il fatturato delle aziende potrebbe scendere in modo vertiginoso

QuiFinanza.it descrive il probabile scenario economico di fronte al quale ci troviamo: “il fatturato delle aziende dell’Eurozona potrebbe scendere vertiginosamente su base annuale al culmine della crisi di fine marzo”.

Uno studio del Gruppo Allianz però ha rilevato che ancora prima dell’epidemia di Coronavirus, 13mila Piccole e Medie Imprese nella zona euro – per il 7% del totale – erano già a rischio. Lo studio si è basato su tre fattori chiave come: redditività, capitalizzazione e copertura degli interessi.

C’è dunque il rischio recessione? Molti affermano comunque che prima di Dicembre, nonostante le operazioni del Gioverno, non si tornerà alla normalità che invece si raggiungerà a lungo termine non senza sacrifici.

Secondo il Fondo Monetario Internazionale l’impatto del CoronaVirus sull’economia sarà una contrazione del 9,1%.