San Marino, ultime notizie 2 Aprile 2020: l’Organizzazione Sanmarinese degli imprenditori (OSLA), vicina a tutti coloro che sono in prima linea per sostenere l’ermergenza Covid-19. ritiene necessarie misure straordinarie a supporto del tessuto economico.

Daniele-Guidi-San-marino-utlime-notizie

A San Marino, infatti, è stato infatti dichiarato altissimo, il rischio di desertificazione economica. Nel comunicato di OSLA si legge che i ricavi di molti associati e dunque anche gli incassi, hanno subito un azzeramento: per quanto riguarda la ripresa sarà quindi un processo lento e graduale.

“Consapevoli della difficile situazione dei nostri conti pubblici, riteniamo opportuno attivarsi da un lato sul fronte internazionale, per accedere il prima possibile a canali di finanziamento con organismi multilaterali o Stati partner con i quali la Repubblica intrattiene rapporti consolidati, dall’altro sul fronte interno con forti interventi di spending review,a tutt’oggi insufficienti per reperire la liquidità necessaria, incluso nelle società partecipate dallo Stato oppure negli enti ed istituzioni le cui attività non sono essenziali al contenimento dell’epidemia”.

OSLA

San Marino: Anis e il dopo emergenza

San Marino utlime notizie: “stare ancora più uniti” e pensare già ora al dopo emergenza. Questo l’appello lanciato da Anis che è già al lavoro: serve unità a tutti i livelli, perché occorre pensare e prepararci già oggi al dopo emergenza.

“Pur consapevoli delle urgenze attuali – scrive Assoindustria – non possiamo permetterci di dimenticare quanto il nostro Paese necessitasse anche prima del coronavirus di riforme strutturali”. Da qui l’invito ad avviare quanto prima processi di cambiamento sistemici, per evitare di incappare in un’emergenza anche peggiore – di carattere socio-economico -, una volta che sarà terminata quella sanitaria. “È importante inoltre – conclude ANIS – utilizzare al meglio questo periodo per definire e predisporre i più adeguati mezzi di sostegno all’economia, e ancor prima identificare i giusti interlocutori e le modalità per reperire le risorse necessarie a far fronte alla crisi con un piano straordinario di aiuti“.

Leggi la notizia su SanMarinoRtv.sm

Così le riforme strutturali appaiono quanto mai oggi necessarie, insieme a proposte mirate e concrete possano rilanciare l’economia dopo lo shock Covid-19.