Mercati e finanza: le reazioni ai piani anti crisi contro il coronavirus sono scettiche, così le borse europee chiudono in rosso seguendo Wall Street.

La volatilità è in aumento, comunica MilanoFinanza.it, e una sorvegliata speciale è l’asset class dell’obbligazionari per gli effetti che possibili deflussi potrebbero sortire sulle quotazioni. La situazione, ancora molto incerta, non migliora nemmeno grazie ai velocissimi interventi da parte del governo e dei settori privati.

daniele-guidi-finanza-e-mercati-ultime-notizie
Finanza e mercati – Marzo 2020 – Ultime Notizie

Cosa succede sui mercati finanziari? I tagli della Fed, lo stanziamento FMI di 50 miliardi di dollari per arginare l’impatto sulla crescita globale del virus, e gli interventi OPEC di riduzione della produzione si ripercuotono sui mercati. Benjamin Melman, della Edmond de Rothschild Am afferma: “E’ opportuno notare che il calo dei mercati azionari è stato molto più marcato di quelli obbligazionari, adottando una prospettiva in termini di valutazione del rischio-equivalente”.

Mercati e finanza: il piano FMI contro una sfida insidiosa

Intanto, lo scetticismo dei mercati ha causato anche la dichiarazione di stato di emergenza da parte della California. 

Il piano FMI, comunica Money.it, prevede lo stanziamento di 50 miliardi di dollari: a comunicarlo è la direttrice generale, Kristalina Georgieva, intervistata da Cnbc. Cosa gradita ai mercati, soprattutto nella sessione asitica: “la Cina, nello specifico, è arrivata a guadagnare più del 2% nella penultima seduta della settimana”.

In Italia si pensa invece, come afferma il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, ad un “intervento immediato su lavoro e imprese, incremento molto significativo degli ammortizzatori sociali anche per le micro-imprese fino a 50 dipendenti e sostegno alla liquidità per le aziende”.

Oggi è stato annunciato che martedì prossimo verrà varato il decreto dopo il via libera del Parlamento. Il governo, quindi, si sta preparando a mettere a disposizione più risorse di quanto previsto per fronteggiare l’emergenza. Giuseppe Conte, presidente del Consiglio, ha affermato che l’esecutivo chiederà al Parlamento di alzare il deficit dello 0,35% sul Pil, pari a 6,3 miliardi.

Leggi l’articolo su Repubblica.it – Coronavirus, il governo chiederà 6,3 miliardi di maggiore deficit