Rassegna stampa oggi | Daniele Guidi

Rassegna stampa di Daniele Guidi su economia e finanza del 6 Febbraio 2020: le notizie di oggi sulle maggiori testate nazionali.

Daniele-Guidi-rassegna-stampa-oggi
Rassegna stampa del 6 Febbraio 2020

Borsa: segnale positivo da Pechino che taglia i dazi

Pechino taglia i dazi e le borse vanno al rialzo. Il Sole24Ore scrive oggi che l’annuncio, da parte della Cina riguardo una riduzione delle tariffe su 75 miliardi di prodotti Usa ha messo le ali ai listini asiatici. I listini asiatici sono in rialzo e ciò spinge anche l’Europa agli acquisti: un segnale di fiducia degli investitori verso la capacità dei governi di contenere gli effetti del Coronavirus sull’economia.

Questo è anche il primo passo concreto dopo l’accordo commerciale Cina-USA.

Leggi l’articolo di Chiara Di Critofaro su il Sole24Ore

Osservazioni: la Cina, in questo momento è messa a dura prova, ma sembra voler onorare l’accordo con Washington e la misura sarà effettiva a partire dal 14 Febbraio. Il governo cinese ha annunciato che supporterà le banche nell’offerta di tassi sui prestiti più bassi alle piccole imprese.

La paura del coronavirus, intanto, ha fatto calare la domanda di petrolio da parte di Pechino: circa 3 milioni di barili al giorno, pari al 20% del fabbisogno totale.

Banca UniCredit chiude il 2019 con un utile a 4,7 miliardi

Rassegna stampa oggi: sul Corriere della Sera si legge che Banca UniCredit chiude il 2019 con un utile netto sottostante – al netto delle operazioni straordinarie – di 4,7 miliardi. Il titolo della banaca viene spinto in Piazza Affari del 5%.

Jean Pierre Mustier, che guida il gruppo, afferma intanto che gli sfori ora saranno volti al piano di rafforzarmento e crescita “Team 23”: “Noi continueremo attivamente a supportare l’economia reale, servire i nostri clienti, incoraggiare la crescita in tutti i nostri mercati e trasformare il nostro gruppo per continuare a creare valore sostenibile”.

Mustier ha anche affermato che “il gruppo avvierà i negoziati con i sindacati in Italia” sugli esuberi previsti “nell’imminente futuro”.

Rassegna stampa | Repubblica: Revisione Patto di Stabilità UE

Serve sostegno alla crescita e in sede europea parte una riforma del Patto di Stabilità e di crescita.

Su Repubblica si legge che la Commissione Ue ha avviato la consultazione sulla revisione di un Patto diventato “troppo complesso, poco trasparente e poco prevedibile”.

Osservazioni: qui di seguito le parole del commissario agli Affari economici, Paolo Gentiloni.

La stabilità resta un obiettivo primario ma serve sostegno e “mobilitazione di enormi investimenti per combattere i cambiamenti climatici”. “La complessità delle regole – continua Gentiloni – rende difficile spiegare ai cittadini cosa dice Bruxelles ed è una cosa che non possiamo accettare”.