San Marino 5G ultime notizie: il Comitato Parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir), l’organo parlamentare che esercita il controllo sull’operato dei servizi segreti, ritiene “fondate” le preoccupazioni sul coinvolgimento di tecnologie cinesi nello sviluppo della rete 5G. Tutto ciò avviene dopo gli avvertimenti della Casa Bianca sui pericoli, in termini di spionaggio e sicurezza, della partecipazione della cinese Huawei nello sviluppo della nuova tecnologia di telecomunicazione ultra-veloce.

Daniele Guidi San Marino 5g
5G e Sicurezza

Il Copasir, così, ha chiesto di valutare attentamente l’ipotesi di escludere le aziende cinesi nelle attività di installazione, configurazione e mantenimento delle infrastrutture delle reti 5G, oltre a ritenere necessario un innalzamento degli standard di sicurezza. Nonostante la riapertura di un confronto, richiesta da Copasir, a San Marino è già attiva una collaborazione con Zte, colosso cinese, che sta sviluppando la rete dello Stato, nonostante bisognerà apsettare per comprendere l’orientamento del nuovo Governo in materia.

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, si è comunque dichiarato a favore della cinese Huawei, affermando che: “Huawei offre le soluzioni migliori ai prezzi migliori. Non si può sventolare la bandiera del libero mercato con una mano e quella del protezionismo con l’altra, abbiamo varato una normativa che garantisce la sicurezza nazionale. Detta condizioni agli operatori nei mercati sensibili, cioè Tlc. Con le giuste difese, la possibilità d’accesso non si discute“.

Leggi di più su SanMarinoRtv – 5G: il Copasir chiede al governo di escludere le aziende cinesi. Guerini: “valutare con attenzione”

Infine Huawei Italia dichiara di essere una società privata al 100% e di attenersi alla legge italiana: nessuna legge cinese impone alle società private cinesi di impegnarsi in attività di cyber-spionaggio.

San Marino: il 5G è il nuovo standard

Nella Repubblica di San Marino è già stata completata la copertura integrale del territorio (99%) con la rete 5G: nello specifico la copertura è data da otto siti macro che dispongono di antenne a 3500 MHz, e alcuni anche a 26 GHz. Questo ha fatto si che San Marino possa confermarsi come primo stato 5G, un traguardo realizzato grazie alla collaborazione e il supporto delle Istituzioni e dopo la firma del Memorandum of Understanding.

L’Amministratore Delegato di TIM San Marino Cesare Pisani ha dichiarato che il 5G è il nuovo standard: “parliamo di una rivoluzione epocale: la Rete è diversa e programmabile quindi non più rigida, e si adatta all’utente. Il 5G dà tutto a tutti, indistintamente”.

La vita dei cittadini e delle imprese sta quindi per essere rivoluzionata e tutto sarà più smart e connesso.

Leggi tutto su SanMarinoFixing