San Marino patrimonio Unesco, è al centro della storia mondiale. Per il periodo natalizio il centro di questa meravigliosa città, con un ricco calendario di eventi, si riempirà di magiche atmosfere.

Daniele Guidi San Marino

La repubblica Sanmarinese, infatti, è entrata a far parte del patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco nel Luglio del 2008. A distanza di undici anni ancora oggi si celebra la gioia di un traguardo così importante. All’ingresso della Porta di San Francesco una targa ricorda un riconoscimento molto importante. Monumenti, chiese e musei del centro storico, i suoi spazi urbani, il Monte Titano, testimoniano una delle repubbliche più antiche del mondo. “San Marino è una testimonianza eccezionale di una tradizione culturale vivente che perdura da settecento anni”, queste sono alcune parole usate dall’unesco per descrivere la Repubblica.

Così, in un antico borgo, non influenzato dalle trasformazioni urbane che si sono verificate dall’avvento dell’era industriale a oggi, si festeggia il Natale delle Meraviglie 2019. Dal è stato organizzato un ricco programma di magici eventi, tra mercatini di Natale, presepi artistici e soprendenti iniziative.

San Marino un magico Natale in un sito Unesco

San Marino, patrimonio Unesco, festeggia il Natale e fino a Domenica 6 Gennaio si riempierà di emozioni. Il Natale delle Meraviglie è arrivato alla sua seicesima edizione.

Piazza della Libertà, trasformata in un vero e proprio regno di ghiaccio, è un luogo di eccezione, tra nevicate artificiali, isntallazioni e propiezioni multimediali, caratterizzate dal tema della sostenibilità ambientale. Campo Bruno Reffi sarà dedicato ai bambini, mentre a Cava dei Balestrieri il divertimento è assicurato anche ai più grandi con una pista di pattinaggio. Non macheranno gli spettacoli tra cui spettacoli e concerti live al Teatro Titano, compreso l’attesissimo concerto Violins at the Discoteque del 5 Gennaio.

Anche gli edifici storici e religiosi come la Basilica del Santo partecipano alla festa: Galleria Montale si trasformerà in una galleria d’arte con le stampe raffiguranti le famose natività di Giotto, Gaugin e Chagall, solo per citarne alcuni.