L’economia mondiale rallenta

In che direzione sta andando l’economia italiana? Secondo il rapporto di Prometeia mentre il mondo e l’economia mondiale rallentano per l’Italia si presentano nuove opportunità: si presenta ovvero una nuova occasione per riportare il debito pubblico su un sentiero decrescente e riavviare le riforme strutturali.

RAI — Economia italiana: a quando la ripresa? — Alan Friedman

Secondo le utlime previsioni formulate da Barclays l’economia italiana,è in evidente stagnazione, anzi, in recessione. Ajay Rajadhyaksha, Managing Director e Head of Rates and Securitised Products Research di Barclays, afferma anzi che “tutte le principali economie stanno assistendo a un vero e proprio rallentamento industriale/manifatturiero, i volumi degli scambi globali continuano a calare e meno della metà della decelerazione dei volumi degli scambi tra Cina e Stati Uniti (a causa delle tariffe esistenti) ha avuto luogo, secondo le nostre stime”.Ad influire negativamente saranno anche fattori quali la Brexit: l’ipotesi di no-deal avrà profonde ripercussioni sul Regno Unito e sul commercio.

Leggi l’articolo su MONEY — 27 Settembre 2019

Ma vediamo quali sono le principali previsioni del rapporto Prometeia del Settembre 2019:

  • Confermato Pil Italia +0,1% nel 2019, leggera revisione al rialzo per il 2020 (+0,6% da +0,5% di luglio).
  • Manovra netta da 14 miliardi (interventi restrittivi per 18 miliardi, misure espansive per 4), che andranno a contenere il deficit. 
  • Deficit/Pil stimato all’1,9% nel 2019 e, non prevedendo alcun aumento dell’IVA l’anno prossimo, al 2,1% nel 2020, grazie in particolare alla minore spesa per interessi. Spread BTp-Bund in discesa: differenziale nel 2020–2022 in media intorno a 120 punti base
  • Commercio internazionale: stagnazione nel terzo trimestre. Il Pil mondiale conferma il rallentamento: +3% nel 2019 e +2,6% nel 2020
  • Impostazione espansiva delle banche centrali; la Fed — ancora due tagli dei tassi tra fine 2019 e inizio 2020 — più in chiave preventiva. Improbabile che le politiche monetarie possano sortire ormai effetti rilevanti
  • Nell’area euro (Pil +1,1% nel 2019 e 2020), la Germania è tra i paesi che soffrono maggiormente la frenata negli scambi. Se tutto lo “spazio fiscale” venisse investito (piano da 120 miliardi), Prometeia stima fino a +1,2% di effetto aggiuntivo sul Pil dell’Eurozona

Continua a leggere il RAPPORTO PROMETEIA

Economia italiana: 2020 possibile crescita del Pil

Per l’economia italiana si potrebbe aprire una fase favorevole con la manovra 2020. Un altro scenario di Prometeia, compatibile con un rialzo del Pil, è l’impulso complessivo del bilancio sulla crescita che sarà leggermente espansivo (+0,1 punti percentuali),in considerazione degli effetti delle misure dell’ultima legge di bilancio (in particolare le spese per il Reddito di Cittadinanza raddoppieranno l’anno prossimo, a fronte dei 2,8 miliardi del 2019) e degli interventi di riduzione del cuneo fiscale ipotizzati per il 2020.

Leggi l’articolo su l’IDEALISTA

L’economia italiana secondo l’agenzia Reuters

Secondo l’agenzia Reuters l’economia italiana crescerà solo dello 0,1% nel 2019 e dello 0,4% nel 2020: la legge di bilancio in cantiere “dovrebbe contenere riduzioni fiscali e altre misure a favore della crescita che porteranno a previsioni del Pil per il 2020 a essere un po’ più elevate” di quelle elaborate nello scenario a politiche economiche invariate.

Leggi le ultime previsioni su IlSole24Ore